INFLUENZA E VACCINI

Prof. Franco Maiuri  Osteopata D.O.

Il
Nucleo, 

Via
Moncalvo, 68


(MM Gambara)
20146
Milano

Tel:
349-7776295

Tel: 349-8712838

info@scuolacraniosacrale.com 

                                                     


E’ partita anche quest’anno, come da
copione,  la campagna di vaccinazione antinfluenzale, uno spauracchio –
che stavolta si chiama “Victoria” – a cui siamo abituati da tanto tempo e che,
se da una parte apre molti dubbi e discussioni  sulla sua reale efficacia
e necessità, dall’altra sembra essere sempre più una panacea per le casse della
Sanità.
E’ notizia di pochi giorni fa quella dell’aumento dei compensi per i medici che
vaccinano di più: i «recordman» dei vaccini – li definisce Elena Gaiardoni in
un recente articolo apparso su il Giornale.it di
Milano – che secondo la recente proposta della Fimmg milanese, riceveranno
premi in denaro  al raggiungimento di una percentuale di vaccinati
partendo da 6 euro a vaccino e salendo a 8 euro al raggiungimento del  65%
di vaccinati e 10 euro se si sale al 75%.

L’industria del vaccino utilizzando lo
strumento di comunicazione più efficace e autorevole per la maggior parte della
popolazione – il telegiornale – fa del vero e proprio terrorismo, ma la scelta
della vaccinazione antinfluenzale non è obbligata, è bensì una libera scelta
che va affrontata con la giusta informazione e soprattutto con la
consapevolezza che la vera soluzione è in un sistema immunitario sano.


    
Per potenziare il nostro sistema
immunitario basta migliorare la salute           generale, a partire dall’alimentazione
.

Frutta e verdura sono il vero toccasana,
un “mezzo” semplice che aiuta il corpo a sviluppare un’immunità “naturale”. In
più bisogna ricordarsi che inspirando ed espirando sempre dal naso si riduce
considerevolmente la possibilità di contagio.

La vitamina D per
prevenire l’influenza

Uno studio
clinico
condotto dal dr. Mitsuyoshi Urashima presso la
Divisione di Epidemiologia Molecolare nel Dipartimento di Pediatria
dell’Università di Medicina di Minato-ku a Tokyo, ha rilevato che la vitamina D
sia estremamente efficace nel prevenire la comune influenza nei bambini. Lo
studio è stato pubblicato nel marzo 2010 dal Journal
of Clinical Nutrition
. Si è trattato di un esperimento randomizzato
su due gruppi che ha coinvolto 334 bambini, a metà dei quali sono stati
somministrati 1.200 IU al giorno di vitamina D3, e alla altra metà un semplice
placebo. Lo studio ha dimostrato l’efficacia della vitamina D sulla riduzione
assoluta di quasi l’8 per cento del contagio da influenza.

Tra gli alimenti più utili alla formazione
di vitamina D ci sono alcuni tipi di pesce (aringa, sgombro, sardine), l’olio
di fegato di merluzzo, le uova.

A fronte della discutibile efficacia di
questi vaccini e dell’intrinseca potenzialità del corpo umano ad essere in
salute e a sviluppare immunità: perché
mai inoculare il virus in un corpo sano?

L’influenza si previene a tavola. Via libera a frutta e verdura di stagione. Si
avvicina il tempo delle arance, ricchissime di vitamina C: aiuteranno il nostro
organismo ad assorbire il ferro dai vegetali e stimoleranno le difese del
sistema immunitario.



Il Borgo della Natura
Erboristeria in
Abbiategrasso
C.so San Martino, 59
Abbiategrasso (Mi) Italy
02.94969804
ilborgodellanatura@gmail.com
www.ilborgodellanatura.com

 

Segui @IlBorgodellaNat

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *