MIGLIO BRUNO:
 IL CEREALE PIU’ RICCO DI SOSTANZE MINERALI DELL’INTERO PIANETA

Fino a 100 anni fa, il miglio rivestiva un ruolo di particolare importanza nell’alimentazione, ma è via via caduto in oblio. 




E’ indispensabile rivalutarne le qualità dato che siamo dinnanzi al cereale più ricco di sostanze minerali dell’intero pianeta. Si tratta di un alimento privo di glutine, ricco di acido silicico (di fondamentale importanza per ossa, cartilagine, denti, capelli, pelle, unghie di cui sono costituiti) oltre che di fluoro, fosforo, ferro, magnesio, potassio, un’alta quantità di vitamine del gruppo B (B1, B2, B6, B17) di acido pantotenico e di ammini di acido nicotinico. 


Assieme al calcio, l’acido silicico funge in primo luogo da sostegno dei tessuti assicurandone l’elasticità laddove il calcio fornisce solidità. Esso rafforza altresì il tessuto connettivo che collega e avvolge ogni fibra e organo del corpo, contrasta la degenerazione di ossa e articolazioni, la fragilità delle unghie, la debolezza del sistema nervoso. Favorisce la crescita dei capelli, una pelle liscia e lucente, mantiene denti sani.


Utile per malattie polmonari, catarro bronchiale e asma. E’ in grado di attivare i meccanismi di difesa dell’organismo stimola la formazione dei fagociti atti ad annientare virus e batteri presenti nel sangue e nel sistema linfatico. 


Purtroppo con l’età il contento di acido silicico diminuisce progressivamente. Ciò si manifesta con la formazione di rughe, indebolimento dei tessuti connettivi, vene varicose, emorroidi, ernia al disco, difetti del portamento, disturbi circolatori, vertigini, stanchezza, eczema, dentatura debole, dolori e infiammazioni articolari, fragilità delle unghie, riduzione delle facoltà sensoriali e nascita di forme allergiche.


Questo elemento è indispensabile altresì per il metabolismo, provvede alla produzione di ormoni, regola il bilancio idrico e lo scambio di sostanze nutritive. Il miglio corregge gli scompensi legati all’alimentazione; è particolarmente adatto per le madri durante l’allattamento e dovrebbe essere consumato con regolarità durante la guarigione di una frattura.
L’alimentazione moderna è carente di acido silicio oppure i cibi derivano da terreni poveri di minerali, cosicchè il normale fabbisogno non viene sempre soddisfatto durante i pasti normali.


Il miglio bruno non subisce il processo di decorticazione e risulta quindi ancora più pregiato dal punto di vista alimentare (rispetto al miglio dorato privo di scorza) infatti la maggior parte di ostanze minerali e microelementi sono notoriamente presenti negli strati più esterni che sono decimati durante la decorticazione. 


E’ possibile aggiungere il miglio macinato al muesli, a qualsiasi bevanda quali spremute di frutta e di verdura fresche, allo yogurt, alla frutta grattuggiata o alle zuppe.


Per
Info Contattaci:
Il
Borgo della Natura 
Erboristeria
in Abbiategrasso
ilborgodellanatura@gmail.com
Tel.
02.94969804

Seguici
su facebook
—–>
https://www.facebook.com/pages/Il-Borgo-della-Natura-Erboristera/580611875381897?ref=hl
clicca su “MI PIACE”

per essere sempre aggiornato





Segui @IlBorgodellaNat

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *