LA FRUTTA DELL’INVERNO

Quando si parla di frutta invernale pensiamo
subito agli AGRUMI, frutti che non possono mancare sulle nostre tavole
imbandite a Natale!

Le ARANCE, ricchissime di vitamina C, aumentano le difese immunitarie
contro virus e batteri. Hanno un’azione antiossidante e sono valide
alleate di cuore e colon. È meglio mangiarle a spicchi perché la metà
della pectina in esse contenuta si trova nella parte bianca che riveste
gli spicchi.
 

Il MANDARINO, ricco di vitamina
C, acido folico e moltissimi minerali è un ottimo alleato del sistema
immunitario: aiuta nella prevenzione delle malattie da raffreddamento,
rinforza ossa, cuore e intestino.
 

Il POMPELMO dal sapore
decisamente amarognolo stimola la digestione, indicato quindi dopo le
abbuffate natalizie! Accelera la trasformazione dei grassi in energia e
aiuta a ridurre il livello di insulina nel sangue. È ricco di fibre,
flavonoidi e vitamine ed è un valido alleato di fegato, apparato
cardiovascolare e apparato digerente.

 UNA RICETTA GOLOSA …
SCORZE D’ARANCIA CANDITE
Ingredienti:


•4 arance non trattate

• Zucchero semolato q.b.
•Acqua q.b.

Preparazione: 

Lavate accuratamente le arance, asciugatele
per bene e tagliate la buccia sottilmente, in modo da ricavarne
striscioline larghe 1 centimetro circa. Riempite una bacinella d’acqua e
lasciate in ammollo le scorzette per circa 3 giorni. Di tanto in tanto
rinnovate l’acqua.

Trascorso questo tempo, tuffate le scorzette
in una pentola d’acqua bollente e lascatele ammorbidire a fiamma bassa
(mediamente occorrono 20 minuti dopo l’ebollizione).
Dopo averle
scolate, asciugatele prima con un panno pulito, poi lasciandole almeno 6
ore su un altro panno asciutto (sarebbe ideale l’esposizione al sole).
A
questo punto, prima di procedere con la canditura, è importante
conoscere il peso esatto delle scorzette, perché pari dovrà essere la
quantità dello zucchero.
 

Preparate quindi lo sciroppo: versate
zucchero e circa 700 millilitri acqua (occorrono in media 180-200 ml di
acqua per ogni arancia) in un tegame e amalgamate a fiamma dolce.
Aggiungete le scorzette e mescolate fino a completo assorbimento.
Disponetele
su un vassoio e fatele raffreddare, avendo cura di dividere le
scorzette che si sono attaccate tra di loro. Quando sono ancora tiepide,
è il momento giusto per arrotolare ogni singola scorzetta nello
zucchero in modo che s’attacchi. Lasciate riposare per diverse ore prima
di servire

È importante cambiare l’acqua per l’ammollo,
almeno ogni 8 ore, in quando ciò permette di diluire ed eliminare più
facilmente l’amaro delle scorze.
Quando preparate lo sciroppo di
zucchero, non lasciatelo eccessivamente sul fuoco, altrimenti diventerà
caramello e non potrete usarlo per candire le scorze.
Conservate le scorze d’arancia candite in un luogo asciutto, preferibilmente in barattoli di latta.

Le scorzette d’arancia candite vengono
generalmente utilizzate per la preparazione o decorazione di altri dolci
(cassata, crema di ricotta, gelati, biscotti), ma possono essere
gustati anche così come sono, magari cospargendole di cioccolato
fondente: bagnate una delle estremità delle scorzette candite nel
cioccolato fuso a bagnomaria e lasciate raffreddare prima di servire.



Per
Info Contattaci:
Il
Borgo della Natura 
Erboristeria
in Abbiategrasso
ilborgodellanatura@gmail.com
Tel.
02.94969804

Seguici
su facebook
—–>
https://www.facebook.com/pages/Il-Borgo-della-Natura-Erboristera/580611875381897?ref=hl
clicca su “MI PIACE”

per essere sempre aggiornato

 

Segui @IlBorgodellaNat

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *