Il mio nome è Melissa
Image

Melissa è un nome adespota, ossia non esiste una “santa Melissa” e deriva all’antico greco mèlissa, nome derivato da mèli, “miele”.
I greci sembrano averle attribuito questo nome perché questa pianta, caratterizzata da un gradevole profumo di limone sprigionato soprattutto dalla sfregamento delle foglie, attirava gli sciami offrendo alle api un eccellente alimento per produrre il miele.
Image

Nella mitologia greca Melissa era il nome della ninfa alla quale Rea affidò il figlio neonato Zeus. In numerose civiltà antiche, l’appellativo ”Melissa” era usato per indicare le donne considerate particolarmente sagge e ricche di virtù. Anche le Sacerdotesse dei misteri di Eleusi e di Efeso venivano chiamate “Melisse”, perché nei riti d’iniziazione si lavavano col miele mani e bocca, quale auspicio di purificazione d’azioni e parole.
In medicina, la Melissa fa la sua comparsa come rimedio moralmente esilarante e confortatore dei nervi.
Galeno e Paracelso la consigliavano nella mania e nei disturbi psichici. 
Serapio scriveva che la Melissa allevia le inquietudini e le tristezze di cervello e cuore causate dalla malinconia.
Il medico arabo Avicenna già nell’XI secolo attribuiva alla specie “la meravigliosa proprietà di rallegrare e confortare il cuore”, mentre Carlo Magno  ne ordinò la coltivazione negli orti del regno.
Image
Melissa è affascinante, seducente e diffonde armonia, bellezza, pace. Emana un senso di benessere e tranquillità ed è molto attenta a compiacere, a essere sempre disponibile, premurosa e affettuosa…
Image
 
Auguri a tutte le donne…
 
perché in loro vi è l’armonia e la seduzione della Melissa!
Segui @IlBorgodellaNat

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *