CISTITE:
LA LETTURA ENERGETICA



La voce della medicina

Descrizione e cause della patologia: la cistite è una malattia infiammatoria della vescica dovuta a un’infezione ascendente o per manovra strumentale uretrale.
Sintomi: si ha uno stimolo frequente alla minzione, detto pollachiuria, accompagnato da bruciore e peso all’emissione dell’urina (disuria), e da dolore sovrapubico. L’insorgenza è in genere improvvisa e vi può essere emissione di urina rossa (macroematuria); per contro, soprattutto negli anziani, in molti casi può essere del tutto asintomantica, oppure l’unico segno può essere la febbre.

Decorso: nei casi più gravi l’unica soluzione è l’antibiotico; in altri casi i sintomi possono anche regredire spontaneamente. Se non controllate, le infezioni delle vie urinarie possono dare complicanze lacali, come vaginiti o cerviciti,  per la continuità, come necaso dell’ascesso renale, o sistemiche per batteriemia (sindromi settiche), di solito dopo manovre strumentali sulle vie urinarie. Le ripetute infezioni urinarie sintomatiche nei bimbi e negli adulti con uropatia ostruttiva, vescica neurologica, malattie del parenchima renale o del diabete conducono spesso all’insufficienza renale cronica.



La lettura energetica

La cistite è una patologia che tocca la vescica e, quindi, è attribuibile a unatensione a livello del 1° chakra. La persona che la manifesta è in un periodo in cui c’è qualcosa che non va nell’ambito della sicurezza (lavoro, denaro o casa). L’insorgenza improvvisa indica che la tensione è attuale, va ricercata in eventi appena accaduti. Il bruciore nella minzione mostra che c’è qualcosa che “brucia” in questi aspetti. Inoltre, il dolore sovrapubico indica, oltre alla tensione nel 1°, un blocco energetico nel 2° Chakra, forse perchè la persona non si permette di sentire la paura. 

Analizzando poi le cause fisiche predisponenti la patologia, vediamo per esempio che una è costituita dalla gravidanza: in questo caso la paura riguarda l’aspetto del 2° chakra legato alla capacità di diventare madre. Nel caso dell’ipertrofia prostatica, invece, la tensione nel 1° chakra è ribadita, poichè entrambi i sintomi la indicano.
Questa patologia può regredire spontaneamente: in questo caso il soggetto semplicemnte lasciandare la paura che lo aveva portato fuori equilibrio e ritorna al suo stato naturale di salute e benessere. Nel caso in cui, invece, ci sia la tendenza a recidivare, vuol dire che la persona non ha risolto la tensione che l’affligge e, quindi, il sintomo continua a ripresentarsi.
Quando invece ci sono delle complicanze, esse possono riguardare gli aspetti della sessualità, come nelle vaginiti e cerviciti (tensione anche nel 2° chakra); a volte si manifestano in modo più grave, come nell’ascesso renale o altre malattie che portano all’insufficienza renale cronica, ub cu ka tebsuibe può addirittura minacciare la sopravvivenza della persona.


Consiglio energetico: la persona che manifesta una cistite ha qualcosa che le “brucia” negli aspetti della sicurezza. Ha un momneto di insicurezza o paura. Per risolvere la tensione nel 1° chakra deve quindi riconnettersi con le sue radici, sentendosi di nuovo nutrita e radicata.
Nella Meditazione dei Colori porrà particolare attenzione al Colore Rosso.

 

Per
Info Contattaci:

Il
Borgo della Natura 

Erboristeria
in Abbiategrasso

ilborgodellanatura@gmail.com
Tel.
02.94969804

Seguici
su facebook ->http://www.facebook.com/IlBorgoDellaNatura?ref=hle clicca su “MI PIACE” per
essere sempre aggiornato

Per
l’acquisto di questo prodotto vai al nostro E- Shop:
http://www.ilborgodellanaturashop.com/
Segui @IlBorgodellaNat

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *