CELLULITE: 
NEMICO NUMERO 1 !

Cellulite è il termine usato comunemente per descrivere uno stato di sofferenza del tessuto adiposo sottocutaneo; stato che in termini medici viene denominato più precisamente Pannicolopatia Edemato – Fibrosclerotica (PEF).
Comunque lo si chiami, il problema che affligge le donne rimane lo  stesso: antiesteticicuscinetti di grasso, in qualche caso doloranti, localizzati soprattutto su glutei e cosce.
Sebbene spesso ci si limiti a considerare l’effetto superficiale, per così dire epidermico, della cellulite, le radici del fenomeno sono più profonde e si collocano nello strato cutaneo inferiore, nell’ipoderma. Il pannicolo adiposo, cioè lo strato cutaneo formato da cellule contenenti prevalentemente grasso, è una parte importantissima della pelle: protegge gli organi interni dagli urti ed è un ottimo isolante contro il freddo, le sue funzioni non si limitano a questo, rappresenta soprattutto la riserva d’energia dell’intero organismo. 


Cellulite estetica
 

La cellulite estetica si può dividere in tre fasi di crescita:



Esistono diversi tipi di cellulite:


La cellulite compatta

Colpisce soprattutto i soggetti in buona forma fisica con una
muscolatura tonica poco mobile: la zona più interessata è spesso dolente
e sulla cute compaiono delle smagliature, si localizza sulle ginocchia,
cosce e sui glutei.


È la forma più comune, è dura, tende l’epidermide (strato più
superficiale della pelle) al massimo si presenta soda sotto le dita; è
aderente ai piani sottostanti e non si modifica in rapporto alla
posizione del soggetto. Raramente dolorosa al tatto o spontaneamente, si
accompagna quasi sempre a segni di affaticamento venoso o linfatico di
ritorno degli arti inferiori. Si notano: facilità all’ematoma ed alle
smagliature, espressione quest’ultima di un disagio delle fibre
elastiche del derma (secondo strato della pelle)




La cellulite molle

Colpisce persone di mezza età che hanno tessuto ipotonico o in
soggetti che variano di peso. La cellulite molle è costituita da
infiltrati mobili con presenza di noduli sclerotizzati; si localizza
all’interno delle cosce e delle braccia.




La cellulite edematosa

È caratterizzata dalla presenza di una componente idrica: ristagno
liquido dei glutei e del bacino conferiscono ai tessuti un aspetto
gonfio e spugnoso.


È molto dolente al tatto e spesso anche spontaneamente. È sempre
associata ad una cattiva circolazione venosa e linfatica degli arti
inferiori: inizialmente compare solo un senso di pesantezza e di
tensione alle gambe ed ai piedi; col passare degli anni si possono
aggiungere segni più marcati di insufficienza venosa fino ad avere la
presenza di gonfiori tali che la digitopressione lascia un incavo
persistente sulla pelle.


Questa forma costituisce lo stadio finale della degenerazione ed è
caratterizzata da tessuto spugnoso, cascante in posizione eretta ed
oscillante durante la deambulazione. Alla palpazione il tessuto
muscolare è praticamente inconsistente. La terapia è estremamente
difficile ed inizialmente deludente. Gli esercizi ginnici mirati giocano
un ruolo fondamentale. Colpisce prevalentemente la parte bassa delle
gambe, i piedi e le caviglie dando origine alle cosiddette “gambe a
colonna”.




Le Cause 
 

Molte sono le cause che danno origine alla cellulite, spesso
dipendente da vari fattori che si sommano fra loro. È causata da
un’alterazione del microcircolo. Alcuni fattori non sono causati da noi e
quindi non sono eliminabili. Questi li definiamo primari (ad es. il sesso, la razza o la familiarità). Gli altri fattori che sono collegati all’andamento della nostra vita li definiamo secondari. Sono collegati a patologie particolari o all’assunzione di farmaci. Infine esistono fattori aggravanti
dovuti al nostro stile di vita che sicuramente potrebbero essere
controllati adottando uno stile di vita diverso (ad es. cattiva
alimentazione o sedentarietà).


 
Fattori primari



Il problema comincia con l’adolescenza, periodo in cui vi è una vera e
propria tempesta ormonale che segna il passaggio dall’infanzia all’età
adulta.


 
Fattori secondari


I fattori secondari sono causati da due aspetti:




  1. aumento dell’appetito
  2. miglioramento dell’umore
  3. ristagno dei liquidi
  4. aggravamento della circolazione sanguigna


Di norma, la cellulite aumenta dopo la menopausa, in assenza di trattamento ormonale sostitutivo.


Fattori aggravanti

Vi sono molti fattori aggravanti della cellulite come:


 I RIMEDI




 


 


Per
Info Contattaci:

Il
Borgo della Natura 

Erboristeria
in Abbiategrasso

ilborgodellanatura@gmail.com
Tel.
02.94969804

Seguici
su facebook ->http://www.facebook.com/IlBorgoDellaNatura?ref=hle clicca su “MI PIACE” per
essere sempre aggiornato

Segui @IlBorgodellaNat

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *