7 COMPORTAMENTI SBAGLIATI 
A TAVOLA


Si tratta di comportamenti molto comuni, che comportano
purtroppo il fallimento di una dieta. a tal proposito vi elenchiamo le 7 peggiori cose assolutamente da evitare se vogliamo perdere peso … ma non solo!
7 peggiori cose che si fanno a tavola, l’elenco
  

1) PANE CON TUTTO
Associare il pane all’alimento che si stà consumando è controproducente
in termini di facilità di digestione. Inoltre il pane sulle nostre
tavole è in genere di frumento, un cereale fin troppo sfruttato, meno ne
mangiamo e meglio è.

Ma allora da dove nasce questa idea dell’importanza di associare il
pane? Associare il pane diventa importante quando si possiede una scarsa
quantità degli altri alimenti: associando il pane si consumerà una
quantità minore degli altri alimenti e quindi li si potrà far durare per
più tempo.

Ecco perchè i nostri nonni attribuiscono tutta questa importanza al pane che deve sempre accompagnare ogni altro alimento.

2) FRUTTA O DOLCE A FINE PASTO



È tradizione consumare frutta o dolci alla fine del pasto (da qui nasce anche il detto “Siamo alla frutta” – siamo in fondo- ). Si tratta di una
abitudine completamente sbagliata, gli zuccheri contenuti in queste due
tipologie di alimenti vanno a depositarsi nello stomaco. Sopra al bolo
alimentare, ne provocano una fermentazione che
rallenta la digestione, aumenta la temperatura del bolo
alimentare contribuendo a distruggere flora batterica intestinale. La frutta e i dolci vanno consumati lontano dai pasti o, al limite, una mezz’ora prima.

3) ACQUA O BIBITA FREDDA DURANTE IL PASTO


In tutti i ristoranti e nella maggioranza delle famiglie l’acqua viene
consumata fredda. Questa è una abitudine del tutto deleteria sia durante
i pasti che durante tutta la giornata. Consumare acqua fredda durante i
pasti rallenta la digestione e richiede all’organismo uno sforzo in più
per poter mantenere la giusta temperatura del bolo alimentare.

A livello energetico bere acqua fredda sbilancia tutto il nostro essere
obbligando l’organismo a consumare risorse per riequilibrare il tutto.
Se le risorse a disposizione non sono sufficienti bere acqua fredda
contribuirà ad alimentare sensazioni di stanchezza cronica.

4) PRIMO E SECONDO
Un pasto “come si deve” in Italia è sempre composto da primo e secondo.
Si tratta però di una abitudine errata che porta solo confusione
nell’organismo che si traduce in difficoltà digestive.Le difficoltà
digestive si traducono in tossine accumulate. Le tossine accumulate si
accumulano nei tessuti e con l’andare del tempo causano obesità,
difficoltà respiratorie, problemi alla pelle, mal di testa, abbassamento
del sistema immunitario etc.

Ora, quanto descritto
non è mai provocato da un solo fattore come, in questo caso, mangiare
primo e secondo, ma da una serie di fattori tra cui il tipo di
alimentazione seguita.
Detto questo
il modo migliore per organizzare il pasto è quello di consumare una
insalata o comunque della verdura come prima cosa, poi dopo un un piatto
che potrà essere un primo o un secondo ma non entrambi.

5) COCA COLA (O ALTRE BIBITE ZUCCHERATE) A PASTO

 

Come nel caso della frutta dopo pasto anche le bibite zuccherate sono
del tutto deleterie per la digestione: non farti ingannare dalla
presenza di tutte quelle bollicine, il grande quantitativo di zucchero
presente (fino addirittura al 30%) fa scattare una grande fermentazione
del bolo alimentare con conseguente rallentamento della digestione,
distruzione di flora batterica, minor assorbimento dei nutrienti,
produzione di tossine etc.

6) MANGIARE IN 5 MINUTI:

Mangiare velocemente senza porre nessuna attenzione al cibo e senza
quasi masticarlo è tra le azioni più deleterie per una buona
digestione! Porre attenzione a ciò che si mangia è importante per fare
in modo che l’organismo si prepari a ricevere gli alimenti: alimentarsi
dovrebbe essere uno dei momenti più importanti della giornata!

Masticare poi è
essenziale: la prima digestione avviene in bocca, saltare questo
passaggio è molto deleterio e richiede un grande sforzo a tutto
l’organismo per poi riuscire comunque a digerire.

7)  METTERE PARMIGIANO (O ALTRO FORMAGGIO GRATTUGIATO) SU TUTTO, SENZA NEMMENO ASSAGGIARE PRIMA
Questo tipo di abitudine non solo non è salutare ma è anche stupida da un punto di vista di “buon sapore degli alimenti”.
Andiamo per ordine: non
è salutare in quanto ad ogni pasto si andrà a consumare del formaggio,
tra l’altro il parmigiano è considerato come il formaggio più
acidificante, è il più ricco di caseina (la proteina del latte
sospettata di provocare il cancro – The China Study – ), abbinato poi a
un piatto di pasta con il pomodoro lo rende molto meno digeribile in
quanto aggiunge proteine a un piatto a base di soli carboidrati.
È stupido metterlo senza prima aver assaggiato l’alimento in
quanto in questo modo si và ad appiattire e uniformare il sapore di
tutte le preparazioni: aggiungere il parmigiano a un piatto lo rende sì
più saporito ma allo stesso tempo ne cancella le caratteristiche, ne
copre il sapore particolare a favore di un gusto standard.

Quindi il consiglio è: se proprio vuoi mettere il parmigiano almeno
prima assaggia il piatto così com’è, potresti stupirti ad apprezzare un
sapore nuovo, che ti piace, anche senza l’aggiunta del parmigiano 

 

Per
Info Contattaci:

Il
Borgo della Natura 

Erboristeria
in Abbiategrasso

ilborgodellanatura@gmail.com

Tel.
02.94969804

Seguici
su facebook —–>
https://www.facebook.com/pages/Il-Borgo-della-Natura-Erboristera/580611875381897?ref=hl
clicca su “MI PIACE”
per
essere sempre aggiornato

 

Segui @IlBorgodellaNat

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *